Rapsodia satanica – Cines 1915


rapsodia satanica

Giovanni Cini, Lyda Borelli, André Habay in una scena girata a Villa d’Este (Tivoli), estate 1914

Nel 1956 lo studioso Antonio Chiattone dona una copia del film virata, e in parte colorata a mano, alla Cineteca Italiana di Milano.

Restaurato e presentato alle Giornate del Cinema Muto di Pordenone 1985 (copia nitrato in bianco e nero), quindi al primo Festival Ciné-Mémoire nel 1991 (a colori “ricostruiti”), ritrasmesso dal canale di televisione italiano +1 (in bianco e nero)… ritrovata altra copia a colori nella Cinémathèque Suisse, restaurato di nuovo e presentato al Cinema Ritrovato di Bologna nel 1996:

« Per chi ama il cinema muto questa proiezione ha un fascino particolare. Da anni ci si interrogava su dove potesse essere finita la famosa copia colorata di Rapsodia satanica. Il rinvenimento è all’altezza delle aspettative, perché la complessità cromatica della copia aggiunge nuovo fascino a quella che probabilmente è l’opera più perfetta del cinema muto italiano » (Dal programma del Cinema Ritrovato, Bologna 1996)

Ritrasmesso nel 2007 dalla televisione culturale franco-tedesca ARTE, copia in bianco e nero… a spasso per numerosi festival e rassegne in tutto il mondo la copia a colori…

Se è vero che Rapsodia satanica è diventato uno dei titoli “mitici” del cinema muto italiano, propongo una bella edizione in DVD/HD per poterselo vedere tranquillamente a casa tutte le volte che vuoi, come possono fare i fans di Murnau con Nosferatu… a chi bisogna chiederlo?

Ci sarebbe molto da raccontare a proposito di questo film, della sua realizzazione, ecc, e a questo proposito ho pubblicato un piccolo dossier (in cinque capitoli) in questo sito (seguite il tag Rapsodia satanica 1915.

Nota: Giovanni Cini non è il marito di Lyda Borelli, il cognome del marito di Lyda Borelli è Cini, ma il nome è Vittorio.

Informazioni su thea

Archivio del Cinema Muto - Silent Film Archive
Questa voce è stata pubblicata in Cronologia 1915, Film, film restaurati, film ritrovati e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Rapsodia satanica – Cines 1915

  1. chiara ha detto:

    Interessante il blog, complimenti! Un’unica domanda, perché datate Rapsodia Satanica 1915? Il film è del 1917, come appare sulla copia a colori restaurata , sui vari libri nonché sul visto della censura (che riporto qui sotto), forse non sono a conoscenza di qualcosa?
    grazie

    RAPSODIA SATANICA
    NAZIONALITÀ ITALIA
    REGIA [NINO OXILIA]
    PRODUZIONE CINES
    DISTRIBUZIONE CINES
    VISTI DI CENSURA
    metri visto data domanda data revisione esito
    905 12873 23 maggio 1917 26 giugno 1917 Approvata

  2. chiara ha detto:

    Aggiungo una info, il poema di fausto Maria Martini è del 1915, forse è per questo che si confondono le date?

  3. thea ha detto:

    Ho dedicato 5 post a Rapsodia Satanica, seguendo tutto il percorso dal ‘si gira’ alla prima proiezione pubblica: Marzo 1915. https://sempreinpenombra.com/2009/08/18/intorno-a-rapsodia-satanica-v/
    In questo post è riprodotta la prima pagina della brochure originale del film: Edizioni Cines Roma 1915.

I commenti sono chiusi.