Ritorna online il Cinestore della Cineteca di Bologna


La Vita Cinematografica 1916

Vittoria Lepanto, La Vita Cinematografica 1916 (archivio inpenombra)

Cinestore che tempi… e che prezzi, vi ricordate? Era un post in questo blog del 1° febbraio 2011.

Il Cinestore, il negozio online della Cineteca di Bologna è ritornato: le fotocopie del Museo del Cinema di Torino, Fondo Vittorio Martinelli “disponibili” a prezzi sbalorditivi.

Una fotocopia ilford 50X70 a 140 Euro? Acquisto diritti per uso professionale in tutto il mondo?

La copertina di La Vita Cinematografica con Vittoria Lepanto non è l’unica pagina di rivista in vendita… Non ho parole. Ragazzi, avete sentito parlare della Media History Digital Library? Lo stesso Museo del Cinema di Torino, collezione online, riviste e monografie del cinema muto italiano mette a disposizione, gratis, parecchie riviste che da voi costano 140 Euro a pagina. Tutto gratis… che follia, che siamo matti!

Informazioni su thea

Archivio del Cinema Muto - Silent Film Archive
Questa voce è stata pubblicata in Archivi e Cineteche e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Ritorna online il Cinestore della Cineteca di Bologna

  1. luca ha detto:

    Si vendono anche le cartoline, sempre allo stesso prezzo 140, che su ebay puoi trovare a 5 euro!

  2. J.A. North ha detto:

    C’e qualcuno li che non ha il testo a posto…La cosa strana e che, con gli aumenti dei costi del trasporto (treni per voi italiani e, per noi stranieri, aerei, alberghi ed altri treni nel mio paese) se la cineteca di Bologna mettesse un’offerta piu ragionevole sul tavolo (tipo 100E/al DVD per ricerche unicamente) avrebbero un sacco di studiosi chi deciderebbero di comprarli…

  3. thea ha detto:

    Più ragionevole? Fuori di testa sì, certo. La Cineteca di Bologna cerca di vendere agli studiosi una fotocopia a 140 euro, una fotocopia del Fondo Vittorio Martinelli, fotocopiata al Museo Nazionale del Cinema GRATIS tanti anni fa… Ti rendi conto? Sono pagati per fare diffussione culturale, pagati profumatamente. L’archivio della Cineteca di Bologna dovrebbe essere accesibile a tutti: SOLDI PUBBLICI = ARCHIVIO PUBBLICO. Come qualsiasi biblioteca comunale.

I commenti sono chiusi.