Nuova piattaforma olandese per film VOD


 

maudite soit la guerre

Maudite soit la guerre, capolavoro di Alfred Machin (1914), uno del film muti visibile in Ximon

Ximon.nl , la nuova piattaforma di streaming on-line del film olandese e le istituzioni del patrimonio TV, è stata lanciata questa settimana. Oltre 650 ore di film di alta qualità, documentari e fiction sono ora disponibili per la visualizzazione online. Le prime immagini risalgono al 1901 e le ultime produzioni sono del 2010. I prezzi partono da 0,99 centesimi di euro per un video.

La Collezione Pre 1940 comprende 115 film dal 1901 al 1940, documentari e filmati di repertorio della Seconda Guerra Mondiale. In questa collezione, disponibile per tutto il mondo, un interessante gruppo di film dell’era del muto.

Ximon regola automaticamente la qualità dello streaming video, anche fino al full HD (1080p), a seconda della larghezza di banda degli utenti finali e la potenza del computer locale.

I promotori dell’iniziativa sono EYE Film Institute Netherlands (Film) e l’Istituto olandese per la Sound and Vision (TV), che hanno elaborato un progetto per rendere il loro intero patrimonio digitale disponibile attraverso Ximon nei prossimi due anni. I film selezionati dal Film Eye Institute saranno disponibili anche attraverso European Film Gateway.

Le pay-per-view, qualsiasi film o un episodio per ogni collezione, sono illimitate, e disponibili dopo 48.

Per la solita questione dei diritti, alcuni film sono disponibili soltanto per alcuni paesi. E’ possibile utilizzare la funzione di ricerca Ximon, casella di ricerca in alto a destra, per vedere quali film si possono vedere dal vostro paese.

Dimenticavo: Ximon riceve volentieri le vostre proposte (tanti film italiani del periodo muto!).

Complimenti a Ximon, e grazie per il vostro sito!

Con questo post inaugiamo la serie: in casa d’altri, i film muti che gli archivi europei rendono disponibili online.

Informazioni su thea

Archivio del Cinema Muto - Silent Film Archive
Questa voce è stata pubblicata in Archivi e Cineteche, Notizie e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.